Esperto di Semalt sulla prevenzione dei motori di ricerca dall'indicizzazione di un blog WordPress

L'obiettivo di avviare un blog per molte persone è quello di avere più traffico possibile. Per alcuni, sembrerebbe che un sogno diventi realtà se Google indicizzasse i loro contenuti. Ci pone quindi la domanda: perché qualcuno dovrebbe desiderare che il proprio sito non venga indicizzato da alcun motore di ricerca ?

Ross Barber, uno dei massimi specialisti di Semalt , definisce qui alcuni motivi per impedire ai motori di ricerca di indicizzare il tuo sito Web e i modi per farlo .

All'inizio, e il blog è ancora relativamente aggiornato, c'è un'alta probabilità che tu stia lavorando sul sito e pubblicando il contenuto da lì. Andando avanti, potresti notare che il contenuto che hai inserito non è perfetto e non vorrebbe altre persone in quanto avrebbe un impatto negativo sulla tua credibilità. L'unica soluzione che ti viene in mente è rimuovere il sito dalla visualizzazione nei risultati di ricerca di Google fino a quando non hai affinato le tue capacità di blog e ora sei pronto per le persone ad accedere al tuo sito. Di seguito sono riportati alcuni metodi su come eseguire questa operazione:

Passaggio 1. Scoraggiare i motori di ricerca dall'indicizzazione di WordPress

L'idea alla base di ciò è di impedire ai motori di ricerca di eseguire la scansione del sito in primo luogo. Esistono due metodi che è possibile utilizzare:

Metodo 1: esiste una funzionalità integrata in WordPress che impedisce ai motori di ricerca di eseguire la scansione del sito.

Apri la sezione Admin in WordPress e seleziona "Lettura" dall'area delle impostazioni. Nella "visibilità dei motori di ricerca" è presente una casella di controllo che richiede all'utente di "Scoraggiare i motori di ricerca dall'indicizzazione del sito". Una volta selezionata questa casella, fare clic su Salva ed esci.

Metodo 2: se preferisci un approccio più manuale, la modifica di robots.txt è un'opzione migliore per te.

Trova il file robots.txt nei file del sito Web a cui puoi accedere tramite il file manager. Utilizzare la sintassi (User-agent: *, premere Invio e Non consentire: /) per impedire ai motori di ricerca di eseguire la scansione del sito.

Passaggio 2. Protezione password

I motori di ricerca e i crawler non possono accedere ai file protetti da password sul sito. Utilizzare i seguenti metodi per creare password:

Metodo 1: I servizi di hosting dispongono di una funzionalità dello strumento di directory protetta da password che è abbastanza semplice da usare. Hostinger e cPanel hanno processi abbastanza simili.

Una volta nel pannello di controllo dell'hosting, individuare l'icona con l'opzione per proteggere una directory. Facendo clic sui pulsanti, viene visualizzata una nuova finestra con un elenco di file, da cui si seleziona "public_html". Fai clic sul pulsante "proteggi" ed esci.

Metodo 2: è possibile utilizzare un plug-in WordPress come WordFence o Password Protect per ottenere gli stessi risultati. Assicurarsi che sia aggiornato prima di installarlo. Dopo l'installazione, crea una password per il sito e tutto rimarrà sicuro dalla scansione.

Passaggio 3. Rimozione di una pagina indicizzata da Google

Ci sono momenti in cui Google indicizza un sito in base ai desideri del proprietario. C'è un modo per invertire ciò, ma richiede prima di impostare una Google Search Console per il sito indicizzato. Dopo aver deciso sul sito Web che desideri rimuovere, vai su "Rimuovi URL" nella scheda "Indice Google". Nella casella vuota fornita, inserisci l'URL del sito e fai clic su continua. Scegliere di nascondere temporaneamente la pagina dalla scansione e quindi inviare la richiesta.

Conclusione

Non importa quali motivi hai per impedire ai motori di ricerca di eseguire la scansione e l'indicizzazione delle informazioni sul tuo sito. I passaggi forniti ti aiuteranno a raggiungere esattamente questo. Alcuni potrebbero non dare i migliori risultati ma servire allo scopo previsto.